Un altro Blog.
Se ne sentiva la mancanza?
Decisamente no!
Questo esperimento nasce da un esclusivo bisogno personale: in un’epoca dove sappiamo tutto di tutti (o almeno così ci illudiamo), dove ogni nostra impresa è documentata in rete, ho la tremenda sensazione che persino le persone che più ci stanno vicine non sappiano niente di noi, di ciò che siamo, di quello che amiamo e di quali siano i nostri pensieri. E la cosa peggiore è che, non importa quanto ti sforzi di comunicare; lo “stress” della vita moderna, sempre di corsa, sempre volta al nuovo, sempre più “social” (quanto odio questa parola) ci ha trasformato in isole distanti. Metteteci pure l’incomunicabilità e la differenza generazionale con i figli, gli impegni lavorativi e i problemi di tutti i giorni dei nostri/e compagni/e, e le cose veramente importanti della vita, quelle che, quando ti guardi alle spalle, ti accorgi di aver perso per sempre, finiscono su un piano di secondaria importanza.
Da un po’ di tempo ho iniziato a disperare di riuscire a trovare una strada per arrivare a condividere veramente quello che ritengo importante, o semplicemente bello, con le persone che amo. E spesso finisco per sentirmi ignorato, come una presenza ingombrante, per mancanza di tempo, di voglia, d’interesse.
Più il tempo passa, più invecchio e più devo fare l’appello di occasioni, possibilità e speranze sprecate. Credo che la vera eredità da lasciare ai nostri figli dovrebbe essere il nostro bagaglio di vita, così da aiutarli a non commettere i nostri stessi errori, e diventino uomini e donne migliori di noi. Ed invece è esattamente come la storia, che l’uomo non vuole imparare, per cui è condannato a ripetere continuamente gli stessi sbagli.
Da qui questo blog.
L’obiettivo è lanciare nel “mare” dell’internet dei messaggi in bottiglia, messaggi degli argomenti più disparati. Chissà, forse un giorno, alcuni di essi giungeranno sulle sponde di qualcuno, e quel qualcuno scoprirà che questo oppressivo, ossessivo, prolisso, tuttologo, qualcosa da dire ce l’aveva.
E’ una speranza statisticamente vana, un po’ come affidare un messaggio all’Oceano, confidando che qualcuno lo trovi…

Dedicato a L. L. & L.

Chiudi il menu